Dott. Raffaello Riccio | Foot | Shape | Function | Tutto quello che dovete sapere sui Piedi Gonfi
1847
post-template-default,single,single-post,postid-1847,single-format-standard,ajax_updown,page_not_loaded,

Tutto quello che dovete sapere sui Piedi Gonfi

 

Tutto quello che dovete sapere sui Piedi Gonfi

Posted by Raffaello Riccio in distorsione di caviglia, edema, insufficienza venosa, linfedema, magnesio, piedi gonfi 12 Oct 2018

Il gonfiore di uno o entrambi i piedi può creare un grande disagio, e rendere difficile camminare e spostarsi. Vediamo da quali condizioni può essere causato e cosa possiamo fare per contrastarlo.

Edema 

E’ una condizione in cui i tessuti trattengono troppa acqua. Questo può gonfiare  piedi e caviglie . Puoi normalmente notare questo fenomeno dopo un lungo volo in aereo o se rimani seduto per ore, o, nelle donne, nei giorni del ciclo mestruale.

In genere questo gonfiore sparisce rapidamente da solo, ma talvolta persiste e può essere allora segno di un problema di salute che riguarda il cuore, i reni, il fegato.

Trauma

Se camminando metti male il piede a terra o subisci un trauma al piede o alla caviglia, il gonfiore può essere un segno di un osso fratturato o di una distorsione (cioè una lesione dei legamenti della caviglia). Piede e caviglia saranno gonfi mentre il sangue affluirà nell’area per avviare il processo di guarigione.

E’ necessario vedere un medico se il dolore è molto forte e non riesci a poggiare il piede a terra.

Gravidanza

I piedi possono essere gonfi come normale fenomeno della gravidanza, in quanto il corpo della donna trattiene più liquidi in questo periodo. Il gonfiore sarà più accentuato alla fine della giornata o dopo essere rimaste a lungo sedute. Generalmente non è frequente che il gonfiore ai piedi in gravidanza rappresenti un problema, ma comunque rimane un notevole disagio.

Preeclampsia

Abbiamo detto che piedi gonfi in gravidanza sono una condizione normale, ma se il gonfiore si associa a cefalea, nausea, difficoltà respiratorie e dolore all’addome, può rappresentare un segno di Preeclampsia.

Si tratta di un problema che può insorgere intorno alla ventesima settimana di gravidanza ed è in rapporto con una pressione arteriosa alta. Può danneggiare fegato e reni e può rappresentare una condizione grave se non riconosciuta ed adeguatamente trattata.

Rivolgiti ad un medico in presenza di questi sintomi.

Linfedema

Si verifica quando la circolazione linfatica non funziona come dovrebbe, in quanto le sue strutture(i vasi linfatici e linfonodi) sono danneggiate o rimosse per un intervento chirurgico (per es. per il trattamento di un cancro). Il risultato è che il corpo elimina meno fluido linfatico e ciò conduce al gonfiore di braccia, gambe, e piedi.

 

Un trattamento per questa condizione si chiama pressoterapia, che consiste nell’esercitare una pressione dall’esterno, in genere attraverso dei cosciali pneumatici,  per spingere il circolo linfatico a svuotarsi riducendo così il gonfiore. Anche calze elastiche, massaggi per drenare i liquidi ed esercizi idonei possono rappresentare un aiuto.

Insufficienza venosa cronica

Per tornare indietro verso il cuore dai piedi e dalle gambe, il sangue viaggia attraverso le vene dotate di valvole che ne impediscono  ritorno indietro. Queste valvole possono essere danneggiate per il passare degli anni o in chi trascorre troppo tempo in piedi senza muoversi. Se il sangue non ritorna normalmente verso il cuore attraverso le vene può accumularsi a livello dei piedi e delle gambe causando il gonfiore.

Insufficienza cardiaca

Quando il cuore non pompa sangue come dovrebbe abbiamo quella che si chiama l’insufficienza cardiaca. Se il sangue non riesce a fluire bene nella giusta direzione può tornare indietro verso le gambe ed i piedi causando gonfiore. In presenza di insufficienza cardiaca si può avere disagio a stare sdraiati, il cuore può battere più velocemente o con un ritmo insolito, e potresti avere difficoltà a respirare.

E’ importante vedere un medico in presenza di questi sintomi

Insufficienza renale

I Reni filtrano scorie e sostanze indesiderate dal tuo sangue. Se non lavorano bene a causa di un diabete o di una pressione arteriosa molto alta, troppo sale rimarrà nel sangue filtrato. Ciò spingerà il tuo corpo a trattenere più liquidi di quanto dovrebbe. La forza di gravità spinge questi liquidi verso il basso e ciò provocherà gonfiore di piedi e caviglie.

Epatopatia cronica

Se soffri di una malattia cronica del fegato o sei un grande bevitore (di alcolici) il tuo fegato dovrà continuamente cercare di guarire se stesso. Ciò può portare alla sostituzione di tessuto sano con un tessuto di riparazione cicatriziale, con la conseguenza che il fegato non funzionerà più come dovrebbe. Se ciò avviene, troppi liquidi si accumuleranno nell’addome, gambe e piedi rendendoli gonfi.

Cosa Puoi Fare

Se ti metti a riposo e sollevi gambe e piedi i liquidi fluiranno via dalle tue  estremità e dai tuoi piedi. Anche calze elastiche della giusta compressione, da indossare al mattino quando le gambe sono ancora sgonfie, potranno essere di grande aiuto. Il freddo riduce il diametro dei vasi sanguigni, limita quindi l’afflusso di sangue e riduce il dolore.

Camminare

Camminare spesso (un pò ogni ora) rende più difficile l’accumulo di liquidi e mantiene il sangue in movimento attraverso il corpo. Ogni attività che tiene in movimento ginocchia e caviglie  può essere di aiuto

Farmaci

Alcuni farmaci usati per controllare la pressione del sangue, il diabete e l’infiammazione possono spingere il tuo corpo a trattenere troppi liquidi, e quindi a gonfiare caviglie e piedi.

Altri farmaci chiamati diuretici possono aiutare invece a sgonfiarli, aiutando il corpo ad eliminare liquidi facendoti urinare più spesso.

Naturalmente assumere farmaci o smettere di assumerli va deciso in accordo col tuo medico curante.

Aggiungere Magnesio

Puoi aiutare il tuo corpo ad eliminare più facilmente liquidi aggiungendo 200-400mg/die  di Magnesio alla tua dieta.  Cibi ricchi di questo minerale sono  banane, mandorle, broccoli, fiocchi d’avena, barbabietole.

E’ possibile naturalmente assumere un integratore a base di magnesio, ma prima di assumerlo parlane col tuo medico. Potrebbe causarti problemi se soffri di problemi al cuore o ai reni o se interferisce con altri farmaci che già assumi.

Quando rivolgersi al tuo medico

Rivolgiti immediatamente ad un medico se oltre ai piedi gonfi hai dolore al petto o difficoltà respiratorie. Potrebbero essere sintomi di un problema acuto all’apparato respiratorio (microembolia/edema  polmonare)

Rivolgiti ad un medico se:

  • Il tuo piede gonfio mantiene il segno della fossetta dopo aver fatto pressione in quel punto
  • La pelle nell’area gonfia appare tesa o si va a rompere.
  • Hai un dolore e/o  un gonfiore ai piedi e caviglie che non va via.

Sorry, the comment form is closed at this time.

Questo sito usa i cookie di terze parti per migliorare i servizi e analizzare il traffico. Le info sulla tua navigazione sono condivise con queste terze parti. Navigando nel sito accetti l'uso dei cookie. + Informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close