Dott. Raffaello Riccio | Foot | Shape | Function | Iniezioni di Cortisone e Vaccino COVID-19: come comportarsi
1973
post-template-default,single,single-post,postid-1973,single-format-standard,ajax_updown,page_not_loaded,

Iniezioni di Cortisone e Vaccino COVID-19: come comportarsi

 

Iniezioni di Cortisone e Vaccino COVID-19: come comportarsi

Posted by Raffaello Riccio in Uncategorized 18 Apr 2021

Le iniezioni di cortisone, seppure ormai dimostratesi potenzialmente dannose per la cura dei problemi di tendini e cartilagine, sono ancora molto utilizzate dai colleghi ortopedici per la gestione del dolore e dell’infiammazione causati dall’artosi e da tendinopatie varie. Ma il cortisone può avere effetti anche sul nostro sistema immunitario.

Le vaccinazioni contro il Covid-19 sono in corso in tutto il mondo, e sono già state somministrate decine di milioni di vaccinazioni. Ora una domanda che spesso i pazienti mi pongono è: le iniezioni di cortisone possono interferire con le vaccinazioni covid-19?

A new look at steroid injections for knee and hip osteoarthritis - Harvard  Health Blog - Harvard Health Publishing

Potrebbe essere!. E allora come dovresti comportarti se hai già fatto o hai in programma di fare un trattamento con cortisone? E come dovresti programmare la tua iniezione di cortisone se sei in attesa di ottenere la vaccinazione Covid-19?

Vediamo allora nel dettaglio…

Come funzionano le vaccinazioni contro il Covid-19?

L’obbiettivo del vaccino è di far reagire il tuo sistema immunitario e produrre anticorpi e attivare alcune cellule immunitarie contro il virus SARS-CoV-2. Il vaccino utilizza il tuo sistema immunitario per produrre anticorpi contro parti della proteina spike che il virus utilizza per attaccarsi alle nostre cellule e infettarci.

Se il virus non può attaccarsi alle nostre cellule, non può entrare nelle cellule e replicarsi. Il vaccino induce il nostro sistema immunitario anche a produrre un’immunità “cellulare”. L’immunità cellulare si verifica quando viene insegnato a determinati globuli bianchi del nostro corpo a riconoscere la proteina spike. Queste cellule sono normalmente dormienti a meno che il virus non sia presente e visibile nel tuo corpo. In questo caso le cellule si sveglieranno e produrranno anticorpi contro la proteina spike.

Questo è anche il motivo per cui gli attuali vaccini a mRNA di Pfizer e Moderna richiedono due dosi. La prima dose risveglia il sistema immunitario e avvia il processo di produzione di anticorpi. La seconda iniezione, poche settimane dopo, attiva ulteriormente sistema immunitario a produrre più anticorpi e a produrre la componente cellulare della risposta immunitaria di cui sopra.

I vaccini a mRNA richiedono quindi un sistema immunitario ben funzionante per riuscire ad ottenere la massima protezione possibile contro il virus che causa il Covid-19.

Iniezioni di cortisone e sistema immunitario

Gli steroidi (cortisone)  influenzano il tuo sistema immunitario. Questo effetto sarà dose-dipendente. Ciò significa che più cortisone ricevi, maggiore sarà l’effetto sulla funzione del sistema immunitario. Una singola iniezione di cortisone nel ginocchio, nella spalla, nell’anca o nel gomito influirà sul sistema immunitario? Può essere. Non ne siamo sicuri. Non sono stati ancora pubblicati dati su come le iniezioni di cortisone possono influenzare la risposta alla vaccinazione COVD-19. Vi sono prove, tuttavia, che le iniezioni di cortisone possono aumentare il rischio di contrarre l’influenza.

Steroid Shot for Allergies: Benefits, Side Effects, and Cost

Dato che milioni di persone in tutto il mondo sono attualmente vaccinate contro il covid-19 e dato che centinaia di migliaia di iniezioni di cortisone vengono somministrate ai pazienti in tutto il mondo ogni giorno, penso che abbia senso offrire una guida in questa situazione. Queste non sono le mie raccomandazioni personali … le raccomandazioni di seguito provengono da più fonti mediche.

Abbiamo due preoccupazioni principali se dobbiamo ricevere il vaccino COVID-19:

Quando effettuare un’iniezione di cortisone prima di ricevere la vaccinazione COVID-19

Quando effettuare un’iniezione di cortisone dopo aver ricevuto la vaccinazione COVID-19

Iniezione di cortisone prima di ricevere il vaccino covid-19:

Se hai in programma di ricevere la vaccinazione covid-19 e conosci la data in cui sarai vaccinato, sulla base delle ricerche disponibili dovresti aspettare fino a 4 settimane dopo aver ricevuto un’iniezione di cortisone prima di avere un vaccino covid-19. Ovviamente dipende anche dal tipo di cortisone e dalla dose che riceverai. Parlane con il tuo medico.

Se hai ricevuto un’iniezione di cortisone e hai ricevuto una vaccinazione, niente panico!. Non ci sono dati che dimostrino che non genererai una risposta immunitaria valida alla vaccinazione. Ma è possibile che  generi una risposta minore.

Tempi di iniezione di cortisone se hai già ricevuto la vaccinazione Covid-19:

Vogliamo che il nostro sistema immunitario risponda bene dopo aver ricevuto il vaccino. Ciò consentirà al nostro corpo di produrre anticorpi e componenti cellulari dell’immunità di cui abbiamo bisogno per ridurre al minimo il nostro rischio di contrarre il virus SARS-CoV-2.

I produttori di vaccini  suggeriscono quanto segue:

Vaccino Pfizer-BioNTech COVID-19 mRNA – Teoricamente, è improbabile che un’iniezione di corticosteroidi riduca l’immunogenicità che si prevede di raggiungere intorno al giorno 28 dalla dose 1, o sette giorni dopo la dose 2, e raccomandiamo di procedere con le iniezioni di corticosteroidi dopo questo periodo di tempo.

Vaccino Moderna COVID-19 mRNA – Sulla base dei dati forniti a intervalli di due settimane, raccomandiamo di programmare le iniezioni di corticosonici intorno al giorno 42 dalla dose 1, o 14 giorni dopo la dose 2.

Quindi, in base alle raccomandazioni dei produttori del vaccino, sembra sia meglio aspettare due settimane dopo la seconda dose di vaccinazione con mRNA prima di ricevere un’iniezione di cortisone. Ma questo non significa che la vaccinazione che hai ricevuto sia inutile. Significa solo che potresti avere una risposta minore.

Riferimenti:

Burns CM. La storia della scoperta e dello sviluppo del cortisone. Rheum Dis Clin North Am. 2016 febbraio; 42 (1): 1-14, vii. doi: 10.1016 / j.rdc.2015.08.001. PMID: 26611547.

Sytsma TT, Greenlund LK, Greenlund LS. Iniezione di corticosteroidi articolari associata ad un aumento del rischio di influenza. Mayo Clin Proc Innov Qual Outcomes 2018; 2: 194-198.

Abdul AJ, Ghai B, Bansal D, Sachdeva N, Bhansali A, Dhatt SS. Soppressione dell’asse ipotalamico ipofisario corticale dopo una singola iniezione epidurale di metilprednisolone acetato. Medico del dolore 2017; 20: E991-E1001.

Habib G, Jabbour A, Salman J, Hakim G, Haddad H. L’effetto dell’iniezione epidurale di metilprednisolone acetato sull’asse ipotalamo-ipofisi-surrene. J Clin Anesth 2013; 25: 629-633.

Sorry, the comment form is closed at this time.

Questo sito usa i cookie di terze parti per migliorare i servizi e analizzare il traffico. Le info sulla tua navigazione sono condivise con queste terze parti. Navigando nel sito accetti l'uso dei cookie. + Informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close