Dott. Raffaello Riccio | Foot | Shape | Function | Come convivere felicemente con i Tacchi Alti
1397
post-template-default,single,single-post,postid-1397,single-format-standard,ajax_updown,page_not_loaded,

Come convivere felicemente con i Tacchi Alti

 

Come convivere felicemente con i Tacchi Alti

Posted by Raffaello Riccio in Allluce valgo, Dita a martello, a maglio, in griffe, lombalgia, Metatarsalgie, Patologie piede, postura, Tacchi alti 09 Dec 2014

I principali problemi ortopedici causati dall’utilizzo abituale dei tacchi alti riguardano in parte specificamente i piedi, ed in parte sono relativi al mal di schiena causato dai cambiamenti secondari della postura. 

Le conseguenze dell’utilizzo smodato di tacchi alti sui piedi femminili sono largamente noti: Alluce valgo, dita a martello, metatarsalgia, borsiti, etc..

Oggi ci occupiamo invece dei cambiamenti sulla postura indotti dai tacchi alti, e sulle conseguenze di tali cambiamenti.

Ma quali sono i cambiamenti della postura legati all’utilizzo abituale dei tacchi alti, e perché conducono spesso al mal di schiena?..
I tacchi alti portano le donne a camminare fuori equilibrio. Ciò determina la contrattura di determinati muscoli dell’anca, delle cosce, e della zona lombare. Nel tempo questi muscoli possono essere sovrautilizzati, diventando retratti, stanchi e deboli.

I tacchi alti provocano un cambiamento nella normale postura delle donne. La schiena a livello lombare accentua la sua curvatura (quella che si chiama in termini medici Lordosi). Paradossalmente questo ha un effetto che molte donne gradiscono, in quanto l’aumento della curva lombare rende il sedere più prominente, le anche sembrano più curve, le cosce e le ginocchia sono flesse e portano il busto in avanti, e le gambe sembrano più lunghe. L’accentuarsi della lordosi lombare porta le spalle indietro ed il petto ed i seni diventano più sporgenti.

La ragione di tutto ciò dipende dal fatto che i tacchi spostano più in avanti e un po’ più in alto il centro di gravità del corpo. Per compensare tale spostamento la postura del corpo si modifica in maniera da controbilanciarlo.

 

I tacchi tendono ad inclinare il corpo in avanti in quanto spostano il baricentro più avanti rispetto al corpo. Per compensare ciò il corpo modifica la sua postura.

Col passare del tempo con un uso intensivo dei tacchi alti, i cambiamenti della postura e la perdita di equilibrio determinano importanti retrazioni di alcuni gruppi muscolari ed indebolimento di altri. Spesso il mal di schiena (lombalgia) può essere causata da una debolezza dei muscoli glutei e da una retrazione dei flessori dell’anca ( i muscoli impegnati quando pieghiamo le ginocchia al petto).

La Combinazione di tutti questi fattori elencati causa importanti sollecitazioni alle anche ed alla zona lombare che spiegano perchè molte donne che utilizzano i tacchi alti soffrono di mal di schiena.

Detto questo sappiamo bene quanto le donne si sentano avvilite a sentirsi dire di stare semplicemente lontane dai tacchi alti.
E sappiamo pure che, nonostante tutto, moltissime donne non vorranno nè sapranno rinunciarvi…

E allora vediamo qualche suggerimento per convivere il meglio possibile con un utilizzo, speriamo sporadico, dei tacchi alti.

1) Innanzi tutto considerate di applicare dei piccoli supporti nelle vostre scarpe per ampliare la base d’appoggio del tallone. Potete utilizzare piccoli cunei confezionati a piacimento ma l’obbiettivo è di fornire al tallone una maggiore stabilità nel camminare. Affidatevi per questo al vostro calzolaio di fiducia.

2) Imparate a rinforzare i muscoli addominali.  Ricordate che è fondamentale contrarre i muscoli addominali mentre camminate sui tacchi, in modo da sostenere la vostra colonna vertebrale ed assorbire le sollecitazioni sulla schiena.

3) Secondo molti esperti uno dei modi migliori per proteggere la zona lombare della vostra schiena quando indossate tacchi alti è possedere una muscolatura del tronco forte e glutei tonici. Addominali e glutei aiutano a mantenere la zona lombare più dritta prevenendo un’eccessiva curvatura della stessa (iperlordosi), quando si indossano i tacchi.

4) Fate esercizi di allungamento (stretching) dei muscoli flessori dell’anca e dei polpacci una o due volte a settimana per alcuni minuti, dopo un piccolo riscaldamento su una cyclette o su un tappeto. Questo aiuterà a prevenire la retrazione di questi gruppi muscolari che può contribuire al sovraccarico funzionale delle anche e della zona lombare.

Esercizi di Stretching del Gastrocnemio

Posizione di partenza 1) Comincia con la gamba allungata ed estesa dietro il corpo con il tallone che tocca il suolo 2) Lentamente piegati in Avanti , mettendo peso sulla gamba anteriore mentre mantieni diritta la gamba posteriore col tallone a terra. Un leggero stiramento deve essere avvertito nella parte superiore del polpaccio. Tieni la posizione per trenta secondi e ripeti sul lato opposto.

Esercizi di Stretching dei flessori dell’anca

Posizione di partenza 1) Comincia inginocchiata su una sola gamba, con un pannetto sotto il ginocchio per comodità.  2) Lentamente fai scivolare le anche in Avanti fino a sentire un leggero stiramento davanti alla gamba inginocchiata. Mantieni la posizione per trenta secondi e ripeti per due serie ad ogni lato.

Post a comment

Questo sito usa i cookie di terze parti per migliorare i servizi e analizzare il traffico. Le info sulla tua navigazione sono condivise con queste terze parti. Navigando nel sito accetti l'uso dei cookie. + Informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close